SSN

Non siamo nati ieri

Da oltre venticinque anni siamo un punto
di riferimento per migliaia di coppie.
Una storia importante,
con percentuali di successo tra le più alte d’Italia.

Modalità di accesso 2018-03-29T12:05:05+00:00

Come si accede ai servizi di Centro Florence

Le modalità di accesso ai servizi di Centro Florence variano a seconda che i pazienti si presentino come:

A) Residenti in Toscana in convenzione con SSN

B) Residenti fuori Toscana in convenzione con SSN

C) Regime privato

Esaminiamo nel dettaglio i tre diversi modi di accesso, con i rispettivi requisiti e le documentazioni necessarie.

A) Residenti in Toscana in convenzione con SSN

Requisiti

  • La prima visita in convenzione non necessita di richiesta medica ed è totalmente gratuita
  • Coppia eterosessuale, sposata o convivente (con autocertificazione prodotta in loco)
  • La partner femminile deve avere la residenza in un comune toscano. Il partner maschile non è soggetto a vincoli di residenza né di nazionalità
  • La partner femminile non deve aver usufruito precedentemente di 4 tentativi di PMA di I° livello oppure 3 tentativi di PMA di II° e III° livello in strutture convenzionate o pubbliche su tutto il territorio nazionale
  • La donna non deve avere superato, al momento dell’esecuzione del trattamento, i 42 anni, 11 mesi e 29 giorni di età (come da nomenclatore tariffario regionale). Il partner maschile non è soggetto a vincoli di età.
  • In casi di impossibilità del partner maschile, può presentarsi al primo incontro la sola partner femminile purché in possesso di una copia del documento di identità del partner maschile e della documentazione medica necessaria
  • Non possono effettuare visite e trattamenti di infertilità in convenzione con il SSN persone con il permesso STP (L’STP è una tessera personale che certifica l’essere uno straniero temporaneamente presente ancora privo del permesso di soggiorno)

Documentazione necessaria per l’accesso alla prima visita

  • Documenti di identità e codici fiscali (se residenti in Italia) di entrambi i partner
  • Tessera sanitaria del partner femminile
  • Per la prima visita in convenzione non è necessaria l’impegnativa del medico curante e non è previsto il pagamento del ticket
  • Copie di esami medici fatti riguardanti la situazione sanitaria in essere
  • Relazioni di eventuali cicli di PMA svolti esternamente

Al momento del primo incontro, alla coppia saranno consegnati e fatti firmare i seguenti moduli:

  • Consenso informato alla privacy, uno per persona, di cui verrà consegnata copia
  • Una autocertificazione di coppia sullo stato civile (a doppia firma)
  • Una autocertificazione che attesti o meno la presenza negli ultimi sei mesi di uno dei due partner in paesi con potenziale rischio di virus Zika

Prenotazione della prima visita tramite SSN

Per prenotare la prima visita in convenzione è possibile telefonare al CUP metropolitano (da telefono fisso) al numero 840.003.003 oppure (da cellulare) al numero 199.175.955. Gli orari del CUP sono dal lunedì al venerdì dalle 7.45 alle 18.30, il sabato dalle 7.45 alle 12.30. Si ricorda che la prima visita è totalmente gratuita e che non è necessario disporre dell’impegnativa del medico curante

ATTENZIONE: si specifica che la visita in convenzione non dà diritto alla scelta del medico né ad avere un medico di riferimento costante lungo tutto il percorso di PMA.

B) Residenti fuori Toscana in convenzione con SSN

Ad oggi, le tecniche di PMA non sono state inserite nella pianificazione economica nazionale prevista dai LEA (Livelli Essenziali di Assistenza), per cui non rientrano nel piano sanitario nazionale ma sono a carico delle Regioni. Queste godono di autonomia economica e amministrativa e possono pertanto, in base alla propria regolamentazione, offrire ai propri cittadini un’assistenza sanitaria in regime di compartecipazione dei cittadini alla spesa (il cosiddetto ticket), anche se questi effettuano un trattamento di PMA in regioni diverse dalla propria.

Le Regioni che hanno legiferato in questo senso, e i cui cittadini residenti possono accedere ai servizi di Centro Florence in convenzione presentando la sola richiesta medica, sono:

  • Basilicata
  • Friuli
  • Emilia Romagna
  • Liguria
  • Lombardia
  • Piemonte
  • Trentino
  • Umbria
  • Valle d’Aosta
  • Veneto

Le seguenti Regioni sono invece escluse totalmente da questa possibilità. I cittadini residenti in queste regioni possono comunque accedere ai servizi di Centro Florence usufruendo di speciali pacchetti pensati per venire incontro al disagio economico che comporterebbe l’accesso in via completamente privata:

  • Abruzzo
  • Campania
  • Molise
  • Puglia
  • Sardegna
  • Sicilia

Per i residenti delle seguenti Regioni, è possibile eseguire il trattamento in convenzione esibendo però, oltre all’impegnativa del medico, una autorizzazione che va richiesta alla propria ASL di competenza dietro presentazione di alcuni moduli che verranno consegnati presso il Centro Florence dopo la prima consulenza. L’autorizzazione non ha scadenza ma può avere validità per un solo trattamento, esaurito il quale sarà necessario chiederne una nuova.

  • Lazio
  • Marche

N.B. Le pazienti residenti nella Regione Lazio, ai fini della richiesta del rilascio dell’autorizzazione alla tecnica con il Servizio Sanitario Nazionale, dovranno conteggiare il numero di cicli di PMA in regime di convenzione considerando solo quelli successivi alla data di pubblicazione del Decreto del Commissario ad acta della Regione Lazio del 4 febbraio 2016, che ha stabilito in 3 il numero di tentativi effettuabili, indipendentemente dal livello. Tutti i cicli eseguiti in convenzione prima del 12 febbraio 2016 non saranno considerati ai fini del rilascio dell’autorizzazione e non dovranno essere inclusi nel conteggio.

.

Infine, per i residenti della Regione Calabria, dalla fine del 2017, è possibile accedere (per effetto di un Decreto del Commissario ad acta) alle tecniche di PMA in regime convenzionato con un rimborso di circa 150 € sulla spesa totale.

.

Requisiti

  • Coppia eterosessuale, sposata o convivente (con autocertificazione prodotta in loco)
  • La partner femminile deve avere la residenza in un comune italiano. Il partner maschile non è soggetto a vincoli di residenza né di nazionalità
  • La partner femminile non deve aver usufruito precedentemente di 4 tentativi di PMA di I° livello oppure 3 tentativi di PMA di II° e III° livello in strutture convenzionate o pubbliche su tutto il territorio nazionale (questo punto non si applica per i residenti della Regione Lazio, vedi sopra)
  • La donna non deve avere superato, al momento dell’esecuzione del trattamento, i 42 anni, 11 mesi e 29 giorni di età (come da nomenclatore tariffario regionale). Il partner maschile non è soggetto a vincoli di età
  • In casi di impossibilità, può presentarsi al primo incontro la sola partner femminile purché in possesso di una copia del documento di identità del partner maschile e della documentazione medica necessaria
  • Non possono eseguire visite e trattamenti di infertilità in convenzione con il SSN persone con il permesso STP (è una tessera personale che certifica l’essere uno straniero temporaneamente presente ancora privo del permesso di soggiorno)

Documentazione necessaria per l’accesso alla prima visita

  • Tessera sanitaria di entrambi i partner
  • Documento di identità di entrambi i partner
  • Relazioni di eventuali cicli di PMA svolti esternamente
  • Copie di esami medici fatti riguardanti la patologia

Al momento del primo incontro, alla coppia saranno consegnati e fatti firmare i seguenti moduli:

  • Consenso informato alla privacy, uno per persona
  • Una autocertificazione di coppia sullo stato civile (a doppia firma)
  • Una autocertificazione che attesti o meno la presenza di uno dei due partner in paesi con potenziale rischio di virus Zia

Prenotazione della prima visita

Per prenotare la prima visita in convenzione da fuori regione basta telefonare dal lunedì al venerdì, dalle ore 9 alle 18, ai numeri del centro. Si ricorda che la prima visita è totalmente gratuita e che non è necessario disporre dell’impegnativa del medico curante.

ATTENZIONE: si specifica che la visita in convenzione non dà diritto alla scelta del medico né ad avere un medico di riferimento costante lungo tutto il percorso di PMA.

C) Regime privato

 I servizi di Centro Florence in regime privato sono accessibili a tutte le coppie eterosessuali, senza vincoli di residenza. Secondo la legge italiana, la donna deve essere in età potenzialmente fertile e non deve aver superato i 50 anni di età. Per l’uomo non ci sono vincoli. L’accesso al regime privato è una libera scelta del paziente, ma è anche l’unica possibilità nel caso in cui la donna abbia superato i 43 anni e abbia già esaurito i tentativi di PMA in convenzione con il SSN (che variano da Regione a Regione) oppure sia cittadina residente di un altro Stato.

Requisiti per l’accesso

  • Coppia eterosessuale, sposata o convivente (con autocertificazione prodotta in loco)
  • Donna in età potenzialmente fertile (limite consigliato dalla legge: 50 anni)
  • In caso di impossibilità del partner maschile, può presentarsi al primo incontro la sola partner femminile, purché in possesso di una copia del documento di identità del partner maschile e della documentazione medica necessaria

Documentazione necessaria per l’accesso alla prima visita

  • Documenti di identità e codici fiscali (se residenti in Italia) di entrambi i partner
  • Copie di esami medici riguardanti la patologia
  • Relazioni di eventuali cicli di PMA svolti esternamente

Al momento del primo incontro, alla coppia saranno consegnati e fatti firmare i seguenti moduli:

  • Consenso informato alla privacy, uno per persona
  • Una autocertificazione di coppia sullo stato civile (a doppia firma)
  • Una autocertificazione che attesti o meno la presenza di uno dei due partner in paesi con potenziale rischio di virus Zia

Prenotazione della prima visita

Per prenotare il primo consulto per intraprendere il percorso si può contrattare il servizio di accettazione chiamando il numero 055 4230620/621/622 dalle ore 8.00 alle 18.00 (dal lunedì al venerdì), oppure scrivere una mail a info@centroflorence.it (oppure usare il form qui sotto) lasciando un recapito telefonico per essere ricontattati.