SSN

Un percorso insieme

Non c’è una tecnica di fecondazione migliore
in assoluto. Valutiamo il quadro clinico della coppia
per scegliere quella più adatta e intraprendere
il percorso terapeutico.

//Isteroscopia
Isteroscopia2018-08-30T11:02:02+00:00

Isteroscopia

L’isteroscopia è una procedura che può essere puramente diagnostica, e quindi eseguibile anche in ambulatorio, oppure chirurgica. Il suo scopo è risolvere una patologia dell’utero. Attraverso l’itteroscopio, infatti, è possibile vedere all’interno dell’utero e individuare alterazioni e patologie che sfuggono alla normale visita ginecologica. Sempre con l’isteroscopio – un tubo lungo, rigido e sottile dotato di fibre ottiche – è possibile intervenire chirurgicamente per rimuovere le patologie evidenziate.

L’isteroscopia diagnostica è consigliata in tutti i casi in cui possa essere utile osservare l’interno della cavità uterina. Per esempio quando si verifica un sanguinamento anomalo, a qualunque età ma specialmente nel periodo peri e post-menopausale. L’isteroscopia è in grado di evidenziare con precisione la causa del sanguinamento. La biopsia endometriale, cioè il prelievo di una piccola parte di mucosa per l’analisi istologica, è necessaria nel 40% circa dei casi. L’altra indicazione fondamentale è l’infertilità: l’esame isteroscopico permette di esplorare il canale cervicale e la cavità uterina, alla ricerca di una patologia che impedisca o renda comunque difficile il verificarsi della gravidanza.

Tra le condizioni che possono richiedere un intervento chirurgico per via isteroscopica ci sono:

– Aderenze o adesioni intrauterine: possono verificarsi a seguito di aborti incompleti o di ripetuti raschiamenti uterini o fenomeni flogistici che provochino una reazione cicatriziale dell’endometrio

– Malformazioni uterine: per esempio l’utero setto

– Occlusione tubarica prossimale

– Recupero di corpi estranei: per esempio IUD il cui filamento sia risalito all’interno della cavità uterina

– Presenza di polipi o fibromi endocavitari

– Ablazione endometriale: ossia distruzione dell’endometrio in caso di sanguinamento anormale resistente alla terapia medica.

L’isteroscopia diagnostica si esegue senza alcun tipo di anestesia in ambulatorio. Invece l’isteroscopia chirurgica necessita in ogni caso di anestesia. Può essere utilizzata l’anestesia locale, loco-regionale o generale a seconda delle esigenze o delle richieste.

La isteroscopia diagnostica presenta vantaggi indiscutibili: è l’unica tecnica che permette la visione diretta dell’interno della cavità uterina e risulta insostituibile in molte condizioni patologiche che affliggono la donna. La isteroscopia chirurgica è consigliata perché presenta notevoli vantaggi rispetto alla chirurgia tradizionale: la visione dell’interno del canale cervicale e della cavità uterina è perfetta, addirittura migliore che in chirurgia tradizionale, infatti l’accesso chirurgico è molto difficile e richiede l’apertura dell’addome e addirittura dell’utero. Al contrario, con questa tecnica non vi sono cicatrici esterne o interne; inoltre la non apertura dell’addome riduce il trauma sugli organi pelvici e quindi favorisce la ripresa funzionale. Il decorso post-operatorio è molto più rapido e con scarso dolore, la degenza è limitata a poche ore e anche la convalescenza è molto più breve con più rapida ripresa delle normali attività lavorative e sociali. Nel campo dell’infertilità, e in particolare delle pazienti che si sottopongono a tecniche di PMA, la isteroscopia rappresenta un esame fondamentale per valutare la via di acceso alla cavità uterina in funzione del successivo transfer embrionario. Pertanto è assolutamente necessario eseguire una isteroscopia diagnostica con transfer di prova in tutte le paziente infertili.

Presso il Centro Florence l’isteroscopia diagnostica viene effettuata in regime privato mentre l’isteroscopia chirurgica per le pazienti residenti al di fuori della Regione Toscana può essere effettuata in convenzione, senza tempi di attesa ed al solo costo del ticket (l’eventuale biopsia non è compresa nel ticket e dovrà essere pagata a parte).