//Stai affrontando un periodo di infertililità, che cosa dovresti fare?

Stai affrontando un periodo di infertililità, che cosa dovresti fare?

 Che cosa fare quando ci si trova in un periodo di infertilità

Affrontare l’infertilità, cercare di avere un bambino, è un’esperienza che colpisce molto duramente dal punto di vista emotivo e può far provare la sensazione di essere soli, anche per le ragioni molto intime che si legano a questa condizione.

Bisogna però ricordare che sono molte le coppie che stanno affrontando lo stesso complicato percorso: una coppia su otto ha problemi ad avere figli o a sostenere una gravidanza.

Uno dei problemi più diffusi, purtroppo, è che troppo spesso le coppie che si trovano in difficoltà attendono a lungo prima di provare a consultarsi con il proprio medico di famiglia o con uno specialista.

Nella nostra esperienza ci è capitato di incontrare coppie che si sono decise a richiedere assistenza, un consulto, dopo tre-quattro anni di difficoltà. È invece molto importante avere una valutazione, quantomeno per conoscere il prima possibile le opzioni a disposizione.

Quello del timore di un giudizio medico è un sentimento assai diffuso, umano, ma dovremmo sforzarci di superarlo perché in medicina, più che in tanti altri ambiti, sapere è potere.

Breve spiegazione dell’infertilità e quali passi compiere per affrontarla

Che cos’è l’infertilità?

L’infertilità è definita come l’incapacità di concepire dopo 12 mesi di rapporti sessuali senza protezione.

Per coppie che hanno superato i 35 anni il tempo di cui tenere conto si riduce a sei mesi.

Potresti essere interessato a questo video

Quando arriva il momento di farsi vedere da un medico?

Alcune donne, a nostro avviso, dovrebbero tenere in considerazione di farsi vedere da uno specialista della fertilità per una valutazione prima ancora di iniziare a provare a concepire, per esempio quelle che si trovano ad avere un numero di 3 cicli mestruali o meno all’anno.

Se una donna ha cicli irregolari e problemi di ovulazione dovrebbe rivolgersi in tempo ad un medico, perché probabilmente per rimanere incinta avrà necessità di ricorrere a farmaci specifici in grado di risolvere quel tipo di scompensi. Questo è uno dei casi in cui si consiglia di non attendere il canonico anno in cui provare, ma di attivarsi in anticipo.

Come viene diagnosticata l’infertilità?

Per arrivare ad una diagnosi di infertilità vengono presi in considerazione prevalentemente tre fattori necessari per poter avere una gravidanza:

  • ottenere una stima approssimativa di quante uova la donna ha in magazzino e se quel numero è adatto all’età (qualità e quantità ovocitaria)
  • fare un’analisi dello sperma maschile per assicurarsi che il partner sia in grado di produrre un numero sufifciente di spermatozoi
  • controllare che il tratto riproduttivo femminile sia un luogo ospitale per il meccanismo riproduttivo tra ovulo e spermatozoi, assicurandosi così che le tube di Falloppio siano aperte.

Come viene trattata l’infertilità?

Dipende dalla causa dell’infertilità. Uno specialista inizierà diagnosticando la causa dell’infertilità e quindi prescrivendo il trattamento appropriato. Una coppia può essere in grado di concepire con trattamenti ormonali o probabilmente avrà bisogno che venga utilizzata una tecnica di inseminazione artificiale o di fecondazione in vitro.

Alcune coppie purtroppo possono soffrire di un’infertilità inspiegabile, esistono infatti casi per i quali i livelli attuali di conoscenze della scienza non riescono a dare risposte.

Per scoprire come noi di Centro Florence affrontiamo questo lungo percorso con i nostri pazienti vi invitiamo a visitare le varie sezioni di questo Sito Web, con una particolare attenzione all’articolata sezione che si chiama Cosa Facciamo.

By |2018-04-06T17:18:45+00:00Aprile 6th, 2018|Categories: Blog|Tags: |0 Comments

About the Author:

Leave A Comment